Che cosa sono le trimestrali di borsa?

Perché sono importanti le trimestrali in un calendario finanziario?

Quali sono i rischi connessi alle trimestrali?

Queste sono tutte domande importanti per coloro che vogliono investire i loro risparmi e all’interno del loro personale portafoglio hanno scelto anche le azioni di società quotate in borsa.

Da questo punto di vista, le trimestrali sono la cartina tornasole di ogni tipo di società quotata in borsa perché rappresentano delle relazioni in grado di chiarire come sta andando il bilancio temporaneo in attesa del consuntivo finale di fine anno.

Ma qual è il loro obiettivo?

Semplice: quello di dire al mercato e quindi agli azionisti come sta andando precisamente quella società esposta sul listino.

Si tratta in pratica di una fotografia trimestrale che da un lato chiarifica e dall’altro dovrebbe evidenziare dove si sta andando in termini di progettualità.

Perché “dovrebbe”?

Perché molto spesso, soprattutto negli ultimi anni, si sacrifica sempre di più il risultato a breve termine rispetto alla progettualità di lungo periodo.

Per questo motivo, questo dato è importante ma va sempre preso con le pinze.

Perché con le pinze?

Perché sempre più spesso, a causa di investitori impazienti, i risultati vengono per così dire “incentivati” con operazioni alle quali una società quotata in borsa viene per così dire “costretta” con tutti i rischi del caso.

Per questo motivo hai sempre bisogno di una società di consulenza finanziaria indipendente come Vision al tuo fianco, perché a differenza dei dilettanti o peggio degli sprovveduti, abbiamo un panel per ogni singolo mercato finanziario con check accurati rispetto agli andamenti abituali e alle trimestrali.

Insomma, non ci lasciamo influenzare dai picchi e dalla emotività del mercato.

L’andamento in borsa difatti, è una semplice questione di aspettative ma tali aspettative, e questo segna la differenza tra un bravo consulente finanziario ed uno scarso, si comprendono se e solo se si incrociano i dati trimestrali della singola società con i dati attuali e previsionali sia del mercato finanziario dove opera, che della condizione macroeconomica di riferimento.

Ed è solo in questo modo che riesci a difenderti dalle brutte sorprese ed allo stesso tempo a viaggiare il più possibile con il vento in poppa.

Ovviamente, l’analista finanziario non è né un profeta né un indovino, ma se possiede i migliori strumenti di analisi e previsionali e soprattutto la cultura e l’esperienza per interpretarli, riduce le possibilità di errore e migliora le potenzialità di risultato.

Noi di Vision ad esempio, veniamo tutti da studi economici di alto livello ed ogni nostra proiezione è una scelta consapevole e soprattutto orientata ad una diversificazione efficace (qui per approfondire) che ci permette di dare alle trimestrali il giusto valore in relazione al profilo finanziario del nostro cliente e alla sua attitudine al rischio pre-progettata.

Da questo punto di vista, una trimestrale, all’interno di un corso finanziario premia una società con un rialzo delle azioni quando i risultati sono quelli previsti o migliori o con un decremento in caso contrario.

Ed è per questo che un consulente finanziario con la testa sulle spalle deve saper orchestrare azioni sia a breve che a lungo termine, gestendo il portafoglio del cliente consapevole sempre di quello che vuole in entrambe le situazioni e condizioni generali di mercato.

A tal proposito, vuoi saperne di più sul Metodo Vision?

Prenota qui una prima consulenza totalmente gratuita in cui analizzeremo il tuo portafoglio per capire da un lato come abbattere costi inutili e dall’altro come donare ai tuoi investimenti la migliore potenzialità di crescita.